Come Fare la Manutenzione delle Pareti di Casa

20 Aprile 2021 0 di admin

La scelta delle tinte e delle finiture per le pareti è soggettiva, ossia dipende dal gusto personale. Quanto alla pittura, più è lucida e meno si macchia, ma ricordate che le superfici lucide riflettono la luce e mettono in risalto le imperfezioni. Le pitture a smalto sono indicate quando si hanno bambini piccoli o animali domestici. Gli effetti come lo spugnato o il marmorizzato nascondono meglio le macchie.

Le superfici opache, se lavate, possono diventare lucide, quindi meglio non utilizzare questo tipo di vernice nei punti di maggior passaggio. In ogni caso, a prescindere dal tipo di pittura impiegato, gran parte dei prodotti per la pulizia della casa che si trovano in commercio lasciano aloni e intaccano la vernice.

Che ci crediate o no, la cosa migliore per togliere lo sporco dalle pareti è il pane integrale. Basta prendere un po’ di mollica, farne una pallina non troppo grande e strofinarla sul muro con energia. Lo sporco e i graffi prodotti da oggetti metallici, poi, vengono via anche con la gomma da cancellare, lo sporco di fango si può eliminare con un vecchio collant imbevuto d’aceto. Per le macchie più tenaci esistono in commercio prodotti specifici, che si possono acquistare nei negozi di ferramenta. Se si tratta di liquidi, usate uno straccio imbevuto ma ben strizzato, altrimenti si rischia di sgocciolare e lasciare macchie in giro che difficilmente vanno via.

La carta da parati, molto di moda qualche anno fa, è perfetta per mascherare le imperfezioni di una parete, però invecchia presto. Se preferite la carta da parati, quando andate a sceglierla in negozio fate le prove con uno specchio multiplo in modo da rendervi conto di come sarà l’effetto a parete intera. Per le camerette dei bambini è consigliabile, invece, una carta da parati plasticata lavabile.